TwitterPA: un esperimento di processo condiviso.


Con l’avvicinarsi della data di inaugurazione della prossima edizione di ForumPA (12-15 maggio) abbiamo pensato di rendere trasparente e partecipativo il percorso di avvicinamento, fatto di impegni, scelte organizzative, scadenze, temi in sviluppo attivando un canale Twitter.

Cosa sia Twitter oramai è noto a molti: uno strumento di comunicazione, di microblogging usato sia per la comunicazione personale sia aziendale e politica.

Una buona sintesi si trova in questo blog di Tommaso Sorchiotti proprio dedicato ai diverse strumenti e alle diverse soluzioni di microblogging.

A livello mondiale i dati sono interessanti ed evidenziano un utilizzo eterogeneo di questo strumento. Tra i canali più seguiti quello di Barack Obama, quello sui rumors sulla Apple, quello della CNN così come quelli di centinaia di singoli utenti che utilizzano Twitter per comunicare in sincrono le proprie attività e i propri stati d’animo. Tra le diverse finalità di utilizzo probabilmente è proprio quest’ultima la più complessa che necesserebbe di letture psicologiche e sociologiche. Basta cercare la parola “Italia” in uno dei tanti motori di ricerca dedicati a Twitter per avere un colpo d’occhio sui linguaggi utilizzati e sui temi prevalenti.

Ma al di là degli aspetti esistenziali, che meriterebbero maggiore approfondimento, Twitter e gli altri microblogging registrano una sempre maggiore diffusione nei diversi ambiti sociali, politici e aziendali.

Interessanti, ad esempio, queste riflessioni sull’utilizzo in ambito didattico. Mentre nel governo delle città e dei territori molteplici gli approcci: Commuter feed offre la possibilità di segnalare traffico e incidenti nelle diverse città, comprese alcune delle principali italiane. In termini pratici significa che gli utenti pubblicano informazioni sul traffico dai propri terminali (telefonini, palmari, computer) che possono essere letti in tempo reale, e con le stesse modalità, dagli utenti della stessa città. Simili sono anche esempi di utilizzo di microblogg a servizio delle comunità pubbliche come il caso descritto da Nate Ritter di Twitter per mandare messaggi ad una comunità urbana in caso di emergenze.

La politica è sicuramente il contesto che più ha contribuito (indirettamente) a far conoscere il mondo dei microblogg a un pubblico più vasto: in questi giorni su Twitter è stato possibile seguire, tra gli altri, la campagna elettorale di Walter Veltroni e di Barack Obama solo per citare alcune delle campagne elettorali più recenti ma già le precedenti elezioni amministrative avevano salutato on line diversi candidati a sindaco.

Ma l’informazione politica che scorre su Twitter non è solo quella istituzionale, il microblogging è diventato, infatti, occasione di commento e di partecipazione pubblica ai fatti politici. E’ il caso di alcuni eventi di interesse istituzionale come la seduta al senato che ha decretato la caduta del governo Prodi, descritta e arricchita dai commenti in rete. Come scrive Massimo Mantelli in un suo articolo su Punto Informatico, è stato seguendo il flusso informativo su Twitter che una blogger ha colto l’incongruenza della nota citazione di Mastella erroneamente attribuita a Pablo Neruda.

Nelle dimensione aziendale il microblogging è usato per la comunicazione interna così che ciascuno possa tener informato il proprio gruppo di lavoro sulle attività in corso. Le diverse potenzialità sono ben descritte Tommaso Sorchiotti in questo post. Ma sono sempre di più le aziende che ricorrono a Twitter per sperimentare nuove forme di comunicazione e di servizi nei confronti degli utenti e dei clienti. Tra gli esempi più recenti quello di Sky Italia che ha generato anche diverse critiche al momento del suo lancio.

Perché in questo contesto così variegato un canale Twitter su ForumPA? Perché la preparazione di un evento così complesso (80 convegni per circa 500 relatori, circa 300 espositori, 40.000 visitatori attesi alla Fiera di Roma e più del doppio on line nei quattro giorni dell’evento) vuole comunque essere aperta e partecipata.

Si tratta, ovviamente, di una visione parziale descritta da una delle tante voci che potrebbero descrivere le diverse azioni di un grande processo che si vuole rendere sempre più trasparente e partecipato. D’altronde sperimentare è diventato uno dei nostri imperativi e Twitter, sicuramente, è uno dei laboratori sociali in questo momento più interessanti.

Tag:, , , , ,

About Gianni Dominici

Direttore di FORUMPA
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: